Posts Tagged ‘uil’

Fighting Review

12 luglio 2012

Dopo qualche classico imbambolamento iniziale, le reazioni contro l’ennesimo decreto che ammazza dipendenti pubblici, precari e non, e blocca la ricerca pubblica, cominciano a proliferare.

I sindacati

Usb ha manifestato il 6 a piazzetta Vidoni.

La Cisl nazionale si è subito tirata indietro, ma la Federazione che si occupa di ricerca ha fatto un comunicato abbastanza netto: eccolo.

Uil e Cgil hanno subito annunciato mobilitazione e sciopero (ovviamente a settembre, quando il decreto sarà già diventato legge…).

Oggi 12 luglio si è svolto un presidio unitario di Flc Cgil, Fir Cisl e Uil Rua davanti al Miur.

La prossima settimana è prevista un’assemblea di tutti gli enti di ricerca all’Iss per il 24 e un presidio a palazzo Vidoni per il 19.

Link:

La convocazione del presidio unitario al Miur del 12  luglio | Comunicato della Flc Cgil: licenziati i precari della conoscenza | Usi Ricerca: la ricetta di Profumo per la ricerca pubblica | Anpri: l’ultima newsletter | Comunicato della Uil Rua sull’Isfol | Comunicato nazionale Uil Rua: “un governo di pinocchi” | Assemblea all’Istat il 13 luglio: spending review, saldi d’estate sulla ricerca pubblica | Inran: occupato l’Istituto | Inran: prosegue la protesta | Inran: il ministro Catania chiama i sindacati | Le iniziative e le proposte di piattaforma della Flc Cgil | LaborTv: il segretario Fir Cisl e una ricercatrice precaria dell’Inea

I presidenti degli enti di ricerca

Bignami (Inaf), Ferroni (Infn) e Nicolais (Cnr) | Garaci (Iss) | Giovannini (Istat)

Altri

Pier Luigi Canonico (SIF) | Giorgio Napolitano (presidente della repubblica) | Infn, dopo il bosone i tagli (ANSA) | Adiconsum contro la soppressione dell’Inran |

Altre agenzie:

(more…)

Annunci

ENEA in lotta

19 marzo 2008

“Venerdì 29 febbraio, un colorato e rumoroso serpentone ha percorso tutti i piani del palazzo di Lungotevere Thaon de
Revel per esprimere la protesta dei molti lavoratori umiliati nella loro dignità professionale dalle recenti, disastrose operazioni di “progressione verticale” e per dare voce alle ragioni di un precariato, dimenticato ed emarginato da tutti, che svolge attività fondamentali per l’ente. Il corteo, piano per piano, corridoio per corridoio, ha portato la protesta fino
al cda con l’intenzione di raccogliere porta a porta e consegnare le oltre 500 firme di solidarietà del personale a favore delle istanze di conciliazione avviate anche all’Enea, come negli altri enti del comparto, per il riconoscimento degli assegnisti e dei vari atipici come lavoratori subordinati”
.

I lavoratori, organizzati dal sindacato Usi/Rdb, hanno invaso pacificamente la sala del consiglio d’amministrazione dell’ente. Il 10 marzo successivo si è svolto un incontro fra amministrazione e sindacati, e – secondo Cgil, Cisl e Uil – ne è uscito un piano di assunzioni “soddisfacente: dopo le prime 69 stabilizzazioni (più 6 assunzioni di vincitori di concorso), durante il 2008 saranno assunti, secondo l’amministrazione, 215 persone (101 da stabilizzazioni, 114 da concorsi), anche se ci sono le difficoltà dovute all’approvazione del decreto milleproroghe.

21/2 Università: stabilizzandi a piazza Capranica

19 febbraio 2008

Cgil, Cisl e Uil delle università hanno indetto un presidio perché si rispettino tempi e modi della stabilizzazione nelle università. Di seguito il comunicato:

Le Segreterie nazionali FLC Cgil, CISL Università e UIL PA-UR

chiedono alle Università di procedere rapidamente a concertare con le parti sociali i piani di stabilizzazione dei lavoratori precari e a prorogare i contratti fino al completamento del processo di stabilizzazione, come chiaramente previsto dalle due ultime leggi Finanziarie.

Ulteriori ritardi non sono giustificabili né più tollerabili.

I lavoratori precari chiedono il pieno rispetto delle leggi da parte delle Università.

A sostegno di queste richieste le Segreterie nazionali FLC Cgil, CISL Università e UIL PA-UR

Indicono un sit in
per il giorno 21 febbraio 2008
dalle ore 9,30 alle 14,00
p.zza Capranica, Roma

13 dicembre: precari Istat occupano la sala stampa

15 dicembre 2007

Durante tutta la mattinata di giovedì 13 i lavoratori dell’Istat hanno protestato per l’inerzia dell’amministrazione sulla questione della stabilizzazione e sui ritardi nelle assunzioni. Per oltre due ore è stato bloccato il rilascio del dato sull’inflazione. Poi i precari si sono spostati davanti alla stanza del presidente ed hanno interloquito con un suo rappresentante. Lunedì 17 parte il tavolo di confronto sul reclutamento: la mobilitazione (indetta dai sindacati CGIL e UIL) continua.

Agenzie: AGI, Ansa

13 dicembre: mobilitazione all’Istat

13 dicembre 2007

Nessun risultato dal presidio alla funzione pubblica, nessuna risposta dal sit-in al Parlamento e nessuna mossa all’interno dell’ente di ricerca che fornisce al Paese le statistiche ufficiali. I precari dell’Istat non vogliono più aspettare e proseguono la mobilitazione scatenata dalla pubblicazione del DPCM sui fondi per le stabilizzazioni di 2 settimane fa.

Di seguito il comunicato delle organizzazioni sindacali Cgil e Uil:

Stabilizzazioni e assunzioni nessuna risposta

A tredici giorni di distanza dal presidio al Ministero della Funzione Pubblica, tutto tace. Nessuna risposta dal Governo circa la richiesta di utilizzo dell’intero fondo del comma 520 per la stabilizzazione dei precari, ma soprattutto si registra un grave e preoccupante silenzio da parte del Presidente Biggeri.
(more…)

Presidio al ministero: com’è andata?

10 dicembre 2007

Oggi, sotto la pioggia, c’è stato il sit-in di fronte al Miur di ricercatori precari dell’università con la presenza di altro personale precario operante nelle istituzioni universitarie.

leggi tutto

10 dicembre: anche l’Istat in piazza

7 dicembre 2007

La questione della rete FOL, ovvero 300 persone (con contratti co.co.co.) che ogni giorno fanno interviste per fornire i dati sull’occupazione (e la disoccupazione) in Italia, non trova soluzione. Il governo, troppo impegnato evidentemente a litigare sulla sicurezza nelle strade e sulle riforme elettorali, non ha il tempo nemmeno di rispettare i pur vaghi impegni presi con i sindacati. Il “tavolo” iniziato il 29 ottobre scorso è saltato. L’incontro che doveva svolgersi il 3 dicembre scorso infatti non c’è stato.

A questo punto è stata convocata d’urgenza una manifestazione a piazza Montecitorio, davanti al Parlamento in cui si discute la Finanziaria, lunedì 10 dicembre dalle 10 alle 15.

Di seguito il comunicato di Cgil e Uil:

(more…)

10 dicembre: dissenso con Mussi

6 dicembre 2007

Dopo le polemiche giornalistiche del Messaggero contro i precari, di Mussi contro i precari, della “Voce” contro i precari, dopo le proteste e gli appelli di singoli precari e di precari in concerto, Cgil, Cisl e Uil hanno indetto per lunedì 10 dicembre un sit-in di protesta davanti al Ministero dell’università e della ricerca a Piazzale Kennedy, a Roma (zona EUR).

Un’analisi della situazione e di seguito il comunicato dei sindacati confederali:

(more…)