Posts Tagged ‘governo’

Il concorso è sempre quello

21 marzo 2008

Gira che ti rigira, il concorso è sempre quello. Alla fine anche il ministro Mussi è capitolato, dopo l’ennesima bocciatura della Corte dei Conti. Il suo reclutamento nuovo non esiste e i concorsi sono quelli che c’erano prima, con le regole di prima. Il passaggio di Mussi e del governo Prodi non ha scalfito l’università.

Il ministero ha difatti emesso una nota che spiega che, siccome il nuovo regolamento per i concorsi è stato disgregato dalla Corte dei conti, non valgono più tutte quelle date messe a caso e che tanto hanno fatto tremare ricercatori precari e non. Semplicemente, rimane tutto come prima.

leggi la nota (pdf) 

Annunci

Valzer delle presidenze

7 gennaio 2008

All’inizio del 2008 il consiglio dei ministri ha proceduto alla nomina di due nuovi presidenti negli enti di ricerca. Al CNR, dopo la procedura “concorsuale”, il presidente scelto sarà Luciano Maiani, già direttore del CERN. All’INAF invece il nuovo presidente sarà Tommaso Maccararo, già direttore dell’Osservatorio astronomico di Brera: tutti d’accordo in commissione.

La ricerca sotto taglio

18 dicembre 2007

90 milioni tagliati alla ricerca nella finanziaria? E’ quanto denunciato da Mussi mentre votava la fiducia al governo Prodi l’altro giorno. Fiducia ad una finanziaria che inoltre esclude il personale a contratto della ricerca da ogni possibilità di futuro: nessuna stabilizzazione e contemporaneamente fondi tagliati (quindi nemmeno concorsi).

Sulla questione segnaliamo un articolo di oggi su Liberazione (Su università e ricerca il governo ha perso un’occasione), ma anche una lettera preoccupata a Beppe Severgnini sul Corriere on line, mentre il Manifesto ha finalmente pubblicato la lettera di alcuni assegnisti e precari della “Sapienza” di Roma in risposta all’articolo di qualche giorno fa di Giulio Palermo, che potete leggere nel seguito del post.

(more…)

13 dicembre: mobilitazione all’Istat

13 dicembre 2007

Nessun risultato dal presidio alla funzione pubblica, nessuna risposta dal sit-in al Parlamento e nessuna mossa all’interno dell’ente di ricerca che fornisce al Paese le statistiche ufficiali. I precari dell’Istat non vogliono più aspettare e proseguono la mobilitazione scatenata dalla pubblicazione del DPCM sui fondi per le stabilizzazioni di 2 settimane fa.

Di seguito il comunicato delle organizzazioni sindacali Cgil e Uil:

Stabilizzazioni e assunzioni nessuna risposta

A tredici giorni di distanza dal presidio al Ministero della Funzione Pubblica, tutto tace. Nessuna risposta dal Governo circa la richiesta di utilizzo dell’intero fondo del comma 520 per la stabilizzazione dei precari, ma soprattutto si registra un grave e preoccupante silenzio da parte del Presidente Biggeri.
(more…)

Obtorto protocollo

28 settembre 2007

Dall’8 al 10 ottobre si vota per approvare o respingere il “protocollo sul welfare”. Possono votare tutti: lavoratori, pensionati, disoccupati. Basta presentarsi al seggio con documento che dimostri il proprio status.

Quale seggio? Dove stanno i seggi? Perché i sindacati non dicono dove si può votare? Per ora se ne sa ben poco. Nell’attesa che i sindacati forniscano qualche informazione, a spiegarvi il protocollo ci pensiamo noi, in sole 14 slide degne del semplicismo di Beppe Grillo: scarica qui la presentazione del protocollo sul welfare, linkala, falla girare.

Scarica la presentazione: pdf ppt