Posts Tagged ‘assunzioni’

CNR: Tra ritardi e incertezze nell’attesa delle prossime mosse

3 giugno 2008

Dal nostro inviato nel CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche):

Aspettando di vedere all’opera il nuovo Governo, e in particolare il famigerato Dipartimento della Funzione Pubblica, molte incertezze e qualche speranza animano i precari del CNR. A quanto pare, terminata la prima serie di stabilizzazioni sui commi 519 e 520 della finanziaria 2007 (con le assunzioni fatte decorrere dal 14 aprile) una serie di vicende hanno contribuito a ritardare l’invio della richiesta di autorizzazione per le nuove assunzioni 2008 (come imposto dal decreto milleproroghe): il cambio di governo, il cambio al vertice dell’ente con la nomina del prof. Maiani a presidente, e l’emanazione della famigerata circolare n.5.
Difatti, l’amministrazione (che non ha mai particolarmente brillato per la rapidità di azione) ha dovuto rivedere i numeri originariamente scritti nelle tabelle pubblicate nel piano quinquennale alla luce di quanto richiamato nella circolare, onde ridurre al minimo il rischio che le autorizzazioni non vengano concesse dagli Organi Vigilanti.

(more…)

Annunci

Stabilizzazione: arriva la circolare numero 5/2008, in capo ai destinatari

21 aprile 2008

18 aprile, giornata storica. Richiama altri tempi, ma cade a pochi giorni dalle ultime elezioni politiche nazionali. Il solerte dipartimento della funzione pubblica ha pensato di festeggiarlo con una circolare, la numero 5 del 2008.

La circolare ha il promettente titolo “Linee di indirizzo in merito all’interpretazione ed all’applicazione dell’art. 3, commi da 90 a 95 e comma 106, della legge 24 dicembre 2007, n. 244 (legge Finanziaria 2008).

La circolare ha una lunga premessa, in cui ripete in tutte le salse che la stabilizzazione è una procedura “eccezionale”, “derogatoria” e che saremmo tutti felici se non esistesse. Si richiama il solito articolo 97 della Costituzione (tante e tante volte), così come le precedenti circolari della funzione pubblica. Poi si passa al paragrafo “Reclutamento ordinario e procedure di stabilizzazione”, in cui si esplicita che ” le procedure di stabilizzazione possono essere avviate dalle amministrazioni purché nella programmazione triennale del fabbisogno siano previste forme di assunzione che tendano a garantire l’adeguato accesso dall’esterno in misura non inferiore al cinquanta per cento dei posti da coprire”. Poi si dice che la stabilizzazione è “circoscritta agli anni 2008 e 2009“. (more…)

Se ne vanno in bellezza

16 febbraio 2008

da free lance:

Un’appassionante nota ministeriale precisa che i concorsi a ricercatore con le vecchie procedure potevano essere banditi solo fino al 7 dicembre 2007, e non al 31 marzo 2008: si trattava di un “mero errore materiale” del burocrate che aveva redatto la nota del ministero. Siccome però i nuovi concorsi devono ancora essere promulgati sulla gazzetta ufficiale, di fatto dietro al “mero errore materiale” c’è un vero blocco delle assunzioni (come sostiene l’Associazione Nazionale Docenti Universitari). Nel frattempo sono stati sbloccati i concorsi da ordinario ed associato, qundi la “piramide” si rovescia sempre di più. La cosa buffa è che questi dilettanti allo sbaraglio, fra un po’, ci toccherà persino rimpiangerli.

Università di Bologna: perché non il 100% di ordinari?

29 ottobre 2007

L’università italiana (e quella di Bologna non fa eccezione) ha una struttura “a clessidra”: negli ultimi anni ordinari e associati in crescita contro pochissimi ricercatori hanno portato all’attuale situazione. L’ateneo bolognese in questi giorni ha stanziato i fondi per i concorsi: il 40% per nuovi ricercatori, il 60% per passaggi di livello (ricercatore–> asssociato, associato–> ordinario). Perché a questo punto non il 100%? Lo chiedono polemicamente i ricercatori precari bolognesi nel comunicato che riportiamo di seguito.

(more…)