Archive for the ‘milano’ Category

Università, dopo-onda

23 febbraio 2009
proteste a firenze

proteste a firenze

Ma è davvero finita l’Onda? Quella delle manifestazioni continue, determinate e oceaniche di ottobre e novembre probabilmente, per il momento, sì. Ma la pressione di studenti e precari sui loro rettori e sul governo non si è fermata.

Sono state contestate le inaugurazioni dell’anno accademico in quasi tutte le principali università: Firenze, Milano, Torino, Roma. Studenti e precari si sono organizzati in Calabria e Sicilia, con l’Onda Mediterranea. Hanno ottenuto incontri con la controparte, per esempio a Pisa e a Cosenza.

Nel frattempo i concorsi sono sostanzialmente bloccati, perché non si capisce ancora chi è “virtuoso” o meno fra gli atenei, e perché le nuove regole (che dovevano essere decise entro l’8 febbraio) ancora non ci sono.

Ma le notizie migliori arrivano dall’estero, in particolare dalla Francia, dove la lotta contro la “riforma” dell’università di Sarkozy cresce di giorno in giorno.

Annunci

29/10: la giornata di oggi

30 ottobre 2008

La giornata inizia con il sottosegretario alla istruzione, università e ricerca, il democristiano Pizza (premiato per una scheda sbagliata) che da buon democristiano invita la Gelmini a dialogare cogli studenti. “E’ stata troppo brusca”, dice. E infatti in aula poco dopo si comincia a votare il “decreto Gelmini” o decreto 137.

(more…)

Il calendario di Milano

22 ottobre 2008

Dal sito dei dottorandi e degli assegnisti (i “diversamente strutturati”) dell’Università Statale di Milano, il calendario delle manifestazioni milanesi dei prossimi giorni:

•Domani (22 ottobre) – Sesto S.Giovanni – Mediazione Linguistica “pranzo sociale” (tutte le componenti d’ateneo)
•Domani (22 ottobre) p.zza Duomo lezione in piazza: “Storia dell’integrazione Europea” – verso le 15.30
•Domani (22 ottobre) POLITECNICO – ore 12.00 presso Architettura (v. Ampere) assemblea studenti (aula de definire)
•Domani (22 ottobre) SC. POLITICHE – Assemblea di Facolta’ ore 12.00
•23 ottobre SC. POLITICHE – Presidio ore 14.30 (in concomitanza Cons. Facolta’)
•23 ottobre – Citta Studi – assemblea ore 14.00 aula 403
•27 ottobre – Bicocca – assemblea componenti d’ateneo edificio U7 – aula 03 (alle 15.30)
•27 ottobre – Gallarate – Fiera del libro (ore 15.00) presenza della Min. Gelmini
•28 ottobre 2008 presenza all’Univ. Libera “S. Raffaele” Min. Gelmini
•In concomitanza con lo sciopero del settore Scuola e la manifestazione dei collettivi studenteschi scuola del 30 ottobre MANIFESTAZIONE UNIVERSITARIA
•3 novembre – inaugurazione anno accademico Politecnico in Bovisa, presente Min. Universita’
•14 novembre SCIOPERO comparti UNIVERSITA’, RICERCA, CONSERVATORI E ACCADEMIE

Cervelli sottopagati e precari

4 dicembre 2007

dal corriere on line:
VIAGGIO NEL MONDO DEI RICERCATORI ITALIANI
I nostri “cervelli”, sottopagati e precari
Al Cnr 2.500 precari su settemila unità. Le paghe sono inferiori a quelle degli operai. Così si spiega la fuga

Laboratorio al secondo piano di farmacologia del Cnr di Milano

MILANO – Borsisti: 830 euro; assegnisti:1.100 euro; ricercatori: 1.200 euro. Sono questi gli stipendi netti medi italiani dei ricercatori al Cnr (Consiglio nazionale delle ricerche) nei 108 istituti presenti in Italia. Non è certo un gran valore quello che lo Stato riconosce ai “cervelli” italiani, gli scienziati giovani e meno giovani su cui poggia uno dei settori che dovrebbero essere considerati strategici nello sviluppo di un Paese. Stipendi bassi – nella media, nonostante anni di studio e di preparazione e elevata qualificazione, si è al di sotto del salario percepito da un operaio – a cui si aggiunge una grande precarietà.

PATRIMONIO DISPERSO – La fuga dei cervelli è una conseguenza anche di questo, del disagio che si vive giorno dopo giorno nei laboratori. Il risultato? La dispersione di giovani intelligenze impossibilitate che, proprio a causa della forte instabilità della posizione, si vedono, di fatto, ostacolate nel proseguire il percorso intrapreso. Attualmente il personale del Cnr è di circa settemila unità; tra loro i precari sono circa 2.500 tra i ricercatori e “solo” 150 nel personale amministrativo.

(more…)

City of Gods: quarto numero!

9 novembre 2007

E’ uscito stamattina nelle strade d’Italia, durante lo sciopero generale, il quarto numero di City of Gods. In questo numero tante tante notizie. Nella pagina romana anche qualche news  sull’università e la ricerca.

–> Scarica il quarto numero di City of gods, completo delle edizioni locali.

La stabilizzazione dei rifiuti

10 ottobre 2007

Qualche settimana fa, sul sito della Flc Cgil è stato pubblicato il “punto della situazione” sulla stabilizzazione dei tecnici-amministrativi e lettori nelle università. Secondo i calcoli del sindacato su 52 atenei interessati, 29 avevano iniziato a fine settembre le procedure di stabilizzazione, 10 avevano in corso trattative per l’applicazione, mentre altri 10 atenei si rifiutavano di stabilizzare. A parte il fatto che, affinché tornino i conti, mancano 3 università, non è chiaro quante siano invece le università che hanno deciso di stabilizzare solo una parte dei propri precari. Una di queste è la Statale di Milano, ed è per protestare contro questa assurdità che un gruppo di precari il 1° ottobre scorso ha organizzato un presidio davanti al luogo dove si svolgeva la riunione del Comitato sul Personale dell’ateneo.

–> leggi il volantino diffuso dai precari dell’università di Milano

–> leggi il report del presidio del 1° ottobre

RdB: sciopero il 13 luglio e il 6 ottobre

12 luglio 2007

Venerdì 13 luglio la confederazione sindacale Rdb/Cub (insieme all’Sdl – Sindacato dei lavoratori) ha proclamato uno sciopero generale “per l’abolizione dello scalone ripristinando il diritto alla pensione a 57 anni con 35 anni di contributi, per ripristinare il calcolo della pensione con il sistema retributivo, per separare l’assistenza dalla previdenza (come già prevede la legge), per l’abrogazione delle leggi sulla precarietà (legge 30 e pacchetto Treu), ripristinando come condizione normale il lavoro a tempo indeterminato”. La giornata prevede una manifestazione nazionale a Milano e un presidio a Roma, sotto al ministero dell’economia.

Contemporaneamente lo stesso sindacato Rdb ha lanciato un appello a tutti i precari del pubblico impiego, per organizzare il prossimo 6 ottobre un’altra giornata di sciopero con manifestazione, cercando di bissare quella dell’anno scorso, sempre il 6 ottobre.

City of gods: non c’è due senza tre

4 luglio 2007

L’Intelligence Precaria milanese ha partorito, con collaborazioni da altre parti d’Italia, il terzo numero di City of gods, il primo free & free press italiano.

City of gods si può leggere e scaricare dall’apposito sito. Segnaliamo in particolare l’intervista, a pagina 4, a Deejay UP, l’inventore della canzone dell’estate dei precari della ricerca.

Di seguito il comunicato che lancia il giornale:

(more…)

Le stabilizzazioni alla Bicocca

6 giugno 2007

La direttiva (in corso di registrazione presso la corte dei conti) per l’applicazione del mitico comma 519 dell’art.1 della legge finanziaria prevedeva:

“Nell’ambito della propria potestà regolamentare le amministrazioni non richiamate dal c. 519 disciplineranno la proroga dei contratti in essere con il personale in possesso dei requisiti previsti dalla legge finanziaria sino alla conclusione delle procedure di stabilizzazione”.

Ecco che l’università Bicocca di Milano, il 30 maggio scorso, per non sapere né leggere né scrivere, ha adeguato il proprio regolamento alla direttiva.

(more…)

Forza ragazzi

8 maggio 2007

I precari del Comune di Milano, autoorganizzati e riuniti sotto la sigla Rete Precaria, manifestano la più ampia solidarietà ed adesione per l’iniziativa del 11 maggio. Pur non potendo essere presenti e pur trattandosi di un comparto diverso, riteniamo fondamentale l’iniziativa dei precari della ricerca e speriamo che in tutti i settori della Pubblica Amministrazione si riesca a raggiungere la progressiva stabilizzazione di tutto il personale precario. Noi, lunedì 14 maggio 2007, presidieremo il simbolo della precarietà a Milano, infatti abbiamo lanciato l’iniziativa: Incateniamo la Precarietà, Incateniamo Palazzo Marino.
Forza Ragazzi, in bocca al lupo.
Diciamo basta al precariato
Tutti assunti a tempo indeterminato.
Saluti precari

www.precarimilano.altervista.org