Archive for the ‘ense’ Category

La manovra è (decreto) legge

1 giugno 2010

Ecco il testo definitivo della Manovra in Gazzetta ufficiale da stamattina.

Ovviamente ora andrà in Parlamento per essere convertito da decreto in legge, ma intanto si confermano tutte le misure principali già contenute nelle bozze della scorsa settimana:

– il blocco dei contratti fino a tutto il 2013

– il blocco del turnover (20% delle cessazioni dell’anno precedente) anche per gli enti di ricerca

– il limite del 50% della spesa del 2009 per i contratti precari

– la soppressione di vari enti, tra cui: l’Ispesl, l’Isae, l’Ense, l’Eim, lo Ias, le stazioni sperimentali

Annunci

Contro la manovra: aggiornamenti

27 maggio 2010

Ieri pomeriggio la Cgil ha fatto una conferenza stampa, annunciando una manifestazione nazionale per il prossimo 12 giugno e uno sciopero generale, in data da definirsi (comunque sempre a giugno) contro la manovra.

Il sindacato di base Usb conferma le mobilitazioni già indette per i primi di giugno, fino allo sciopero del pubblico impiego del 14.

Nel frattempo è “andata in onda” la conferenza stampa Tremonti-Berlusconi, riassunta così sul sito del governo.

Ieri in serata centinaia di lavoratori di vari enti di ricerca (e anche qualcuno dalle università) si sono trovati a manifestare sotto al Ministero dell’economia di via XX settembre.

Domani (venerdì) dalle 10 alle 13 Cgil, Cisl e Uil della ricerca convocano per un presidio i lavoratori a Montecitorio.

Dopo l’Isfol sono stati occupati l’Isae e l’Ispesl. Qui si può firmare on line l’appello contro la soppressione dell’Isae.

I presidenti degli enti di ricerca hanno prodotto un comunicato stampa, in cui si dicono molto preoccupati, in particolare per la limitazione al 50% della spesa per tempi determinati e co.co.co. e per il sostanziale blocco del turnover.

Oggi dalle 12 alle 14 in vari enti è stata attuata l’iniziativa “La ricerca va per tetti“, con i lavoratori a presidiare i loro istituti dall’alto.

Stasera, dalle 19, l’appuntamento è all’Isfol occupato, dove ci saranno le telecamere di Anno Zero.

Qui sul corriere del mezzogiorno un testo della manovra “aggiornato” a martedì sera, dopo l’ultimo Consiglio dei Ministri. Qui sul Post il “documento” riassuntivo pubblicato ieri sul sito del governo e poi scomparso, probabilmente a causa dei balletti sulle province.

Sembrerebbe che si siano per ora “salvati” l’Ice e l’Isfol, mentre verrebbero soppressi, come fosse un videogioco, l’Ense (Ente Nazionale Sementi Elette), L’Istituto Oceanografico, l’Istituto di studi giuridici internazionali, l’Istituto per la Promozione Industriale (IPI), l’Ente Teatrale Italiano e la Stazione Sperimentale del Vetro.

Altre associazioni che hanno proclamato lo stato di agitazione contro la manovra sono le farmacie rurali, il sindacato dei dirigenti pubblici, Federfarma e l’Associazione Nazionale Magistrati.

Aggiornamento: una bozza della manovra aggiornata a stamattina (giovedì 27 maggio) alle 13.

ENSE: 2 avvisi per 5 stabilizzazioni

24 luglio 2007

L’ENSE (Ente Nazionale Sementi Elette), che si occupa di certificazione delle sementi e delle analisi e ricerche sulla commercializzazione delle sementi, ha pubblicato sul proprio sito, il 5 luglio scorso (con scadenza dopo 30 giorni), due avvisi relativi alla procedura di stabilizzazione. Il primo (in base al comma 519) stabilizza un precario (operatore tecnico), il secondo (in base al comma 520) ne stabilizza 4: due ricercatori e due tecnici. La procedura è diversa da quella avviata in tutti gli altri enti e fa riferimento fin da subito a 5 posti liberi in pianta organica.

Sono definiti anche i criteri: su 100 punti, 60 sono assegnati per anzianità di servizio, gli altri 40 con “altri titoli”. Gli altri titoli cambiano a seconda del bando e del profilo richiesto.