La cacciata dei cervelli

Non è solo il pubblico a cacciare i ricercatori. Anche quel poco privato che ha deciso di investire in ricerca negli ultimi anni (le “eccellenze”) pensa che, almeno in Italia, spendere soldi in quel modo sia uno spreco.

E’ così che la multinazionale Glaxo ha deciso di chiudere i battenti al suo centro di ricerca di Verona, che conta ben 500 “cervelli”, che verranno cacciati a breve.

La notizia, di una decina di giorni fa, ha scatenato le reazioni dei sindacati, del mondo politico regionale e nazionale, ma soprattutto dei lavoratori.

Advertisements

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: