La fine è Nota

Senza parere, il signor Naddeo, prima di partire per il cenone di Natale, ha emanato ieri (21 dicembre 2009) una simpatica nota-parere di risposta ad alcune amministrazioni pubbliche sulle stabilizzazioni negli enti.

Tra gli enti che hanno richiesto il “parere” c’è anche l’Istituto Superiore di Sanità, ente pubblico di ricerca.

In questa nota (Parere UPPA 05/09) Antonio Naddeo, Capo Dipartimento della Funzione Pubblica, tanto per non farsi sfuggire niente, incomincia richiamando “i principi e le linee di indirizzo dettate con” la Direttiva n. 7/07 e la Circolare 5/08.

Poi precisa che “come noto” […] “la normativa in materia di stabilizzazione ha destinato risorse finanziarie per detta procedura speciale di reclutamento soltanto fino all’anno 2009” (il neretto è mio).

Pur potendo infatti gli enti assumere “a tempo indeterminato coloro che maturano i requisiti entro il 31 dicembre 2009” […] “a decorrere dal 1° gennaio 2010, le procedure speciali di reclutamento” (le stabilizzazioni) “non sono più consentite“.

Da questo “deriva che le amministrazioni pubbliche non possono” prorogare i contratti degli stabilizzandi in virtù del fatto che hanno i requisiti (come avvenuto finora).

Quindi tutto il resto della circolare spiega alle amministrazioni pubbliche come fare a prorogare i contratti dei tempi determinati (ad oggi) stabilizzabili dal 2010, senza violare i numerosi vincoli legislativi. Peraltro, anche se la nuova normativa “brunettiana” sui precari pubblici non parla di stabilizzazioni, accenna però ai fantomatici “concorsi triennali” nel periodo 2010-2012, che possono (a discrezione dell’amministrazione) essere, secondo Naddeo, “un presupposto importante per supportare le ragioni di una possibile proroga”.

Insomma, a 10 giorni dalla fine dell’anno 2009, il signor Naddeo scrive due paginette per ripetere cose già note e per imporre agli enti di rifare i contratti agli “stabilizzandi”.

E’ la fine delle stabilizzazioni e di quel “sogno” a cui qui non abbiamo mai veramente creduto, ma qualcuno (vedendo un certo manifesto) forse ci aveva fatto la bocca.

Vogliamo sperare che rimarranno “stabilizzabili” almeno i precari assumibili ad oggi (grazie alle risorse del turnover del 2008), le cui stabilizzazioni sono bloccate da mesi solo per la lentezza dei ministeri della funzione pubblica e dell’economia, incapaci di emanare un semplice Dpcm.

Advertisements

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: