Cresce la protesta alla Sapienza

Oggi è stata una giornata di fermento all’università la Sapienza. Per il terzo giorno consecutivo, un corteo di studenti ha attraversato la città universitaria, stavolta partendo da Scienze Politiche, per poi uscirne e bloccare il traffico circostante. Dentro la Sapienza invece, fervono le assemblee, e finalmente si vedono facce nuove. Si muovono i ricercatori dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, che oggi hanno deciso di rinunciare ai carichi di insegnamento che ricoprivano nell’università, e di fermare i laboratori di fisica nucleare per una settimana. Nel pomeriggio, si è svolta un’assemblea di ricercatori e docenti di Fisica, in cui i ricercatori hanno annunciato il rifiuto degli incarichi didattici e la richiesta al preside della Facoltà di rinviare l’anno accademico per l’impossibilità di garantire un servizio adeguato, dopo l’iniziativa analoga presa nella facoltà di Psicologia 1. Domani, l’assemblea di ateneo si svolgerà alla facoltà di Lettere, dove convergeranno le proteste di questi giorni. È annunciata la partecipazione del neo-rettore Luigi Frati. Se ne vedranno delle belle.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: