Il DL 112 e i precari della ricerca

Link: | il dl 112 | il dossier presentato alla Camera dal governo |

Il DL 112, nonostante i giornali abbiano colto solo l’aspetto dell’attacco al diritto alla malattia (non è “fumo negli occhi”, ma un vero e proprio salto indietro di chissà quanti secoli) per i dipendenti pubblici, contiene enormi novità (negative) per tutto il pubblico impiego, e in particolare per l’università e per la ricerca. Vediamole (mi sono permesso di cambiare i titoli degli articoli per renderli più fedeli al contenuto):

Art. 16

(Regaliamo le università ai privati)

Come dice il sottotitolo fra parentesi, i senati accademici possono deliberare (“a maggioranza assoluta”) la trasformazione delle università in “fondazioni di diritto privato”. Ecco così che privati possono finanziare e entrare nella fondazione, acquisendo così “la proprietà dei beni immobili” degli atenei.

Art. 21

(Più precari più facilmente)

I contratti a tempo determinato potranno essere fatti anche “se riferibili alla ordinaria attività del datore di lavoro”, o perché accordi con le organizzazioni sindacali “comparativamente più rappresentative” abbiano deciso che “si può fare!”.

Agli articoli 22 e 23 si facilita anche l’uso del contratto occasionale di tipo accessorio e del contratto di apprendistato.

Art. 26

(Sopprimiamo gli enti)

Tutti gli enti pubblici (enti di ricerca compresi) con meno di 50 dipendenti sono soppressi. Sono inoltre soppressi l’Ente Italiano Montagna, l’Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente e l’Istituto Agronomico per l’Oltremare.

Art. 28

(Sopprimiamo altri enti: di ricerca)

Si accorpano Apat, Icram e Infs, per costituire l’Irpa (Istituto di Ricerca per la Protezione Ambientale).

Art. 66

(Meno assunzioni, quasi zero stabilizzazioni)

Tutti gli enti pubblici devono ridimensionare i piani triennali di fabbisogno entro il 2008.

Il 20% del turn over per nuove assunzioni assicurato dalla finanziaria 2007 a tutti gli enti pubblici nel 2009 si passa al 10%. Questa disposizione si applica alle università, ma non agli enti di ricerca (che mantengono il turnover pieno).

La stabilizzazione, fissata dalla finanziaria 2007 nel 40% del turnover, passa anch’essa al 10% del turnover, nel 2009. Questa disposizione si applica sia alle università che agli enti di ricerca.

Dal 2010 il turnover continua a essere del 20 % (contro il 60 stabilito dalla finanziaria 2008).

Nel 2012 il turnover diventa il 50% (prima era il 100).

E’ eliminato il fondo per la stabilizzazione, per il 2009, di quegli enti (non riguarda né università né enti di ricerca) che non potevano stabilizzare ai sensi dei commi 643.

Viene istituito un fondo per le “deroghe” al blocco delle assunzioni: 25 milioni nel 2009 (75 a regime) per tutti gli enti pubblici.

Il fondo di finanziamento ordinario (FFO) delle università è ridotto di 63,5 milioni per il 2009, 190 per il 2010, 316 nel 2011, 417 nel 2012 e 455 nel 2013.

Gli enti di ricerca possono continuare ad assumere a tempo indeterminato nel 2010-2012 come nel 2008-2009, ma il numero di persone assunte non potrà superare il numero di persone andate in pensione nell’anno precedente.

Art. 67

(Basta colla contrattazione di secondo livello e i sindacati: decurtiamo gli stipendi dei dipendenti pubblici più poveri)

Dal 2009 il salario accessorio viene ridotto del 10%.

Per tutto il 2009 è sospesa una serie di fondi incentivanti per il salario accessorio, in attesa di una riorganizzazione del fondo e per legarlo alla “produttività”.

Dal 2010 alcuni fondi per la contrattazione integrativa sono ridotti del 20%.

Il Contratto Nazionale tra Aran e sindacati non vale niente se la Corte dei Conti non lo certifica (ritorna indietro).

Art. 70

(Contro gli infortunati sul lavoro: morissero)

Gli infermi per causa di servizio non hanno diritto a nessun rattamento economico aggiuntivo.

Art. 71

(Contro i malati)

Chi è malato, a meno che non lo sia per più di 10 giorni consecutivi, ha diritto solo allo stipendio base, senza nessuna indennità. Ovviamente chi è malato a livelli bassi è maggiormente penalizzato (avendo una quota maggiore di salario accessorio).

Il malato deve essere disponibile a casa dalle 8.00 alle 20.00 con una pausa di un’ora dalle 13 alle 14, in attesa della visita fiscale.

Tutte le assenze per permesso retribuito (permessi sindacali, permessi per accertamenti diagnostici, ecc.) comportano il decurtamento del salario accessorio. Fanno eccezione solo le assenze per maternità, per lutto, per citazione a testimoniare, e i permessi della Legge 104 del 1992 (solo se i portatori di handicap sono i dipendenti stessi).

Art. 73

(Devi lavorare, sempre, ogni giorno)

Il part-time finisce di essere un diritto. Può esser “concesso” dall’amministrazione, ma basta che il dirigente pensi che comporti “pregiudizio” per il lavoro, per essere negato.

Art. 74

(Riduciamo i dirigenti, che un po’ di demagogia non fa mai male, ma seghiamo anche tutto il personale)

Tutte le amministrazioni devono segare almeno il 20% degli uffici dirigenziali generali e il 15% di quelli non generali. Devono tagliare anche il 10% almeno del personale che ha compiti logistico-strumentali.

Ma soprattutto ogni ente pubblico deve tagliare del 10% (calcolato sulla spesa) della pianta organica.

Se gli enti non tagliano, si troveranno la pianta organica congelata alla situazione in essere al 30 giugno 2008, impedendo di fatto ogni assunzione.

Annunci

Tag: , , , , , , , ,

3 Risposte to “Il DL 112 e i precari della ricerca”

  1. Assemblea al CNR: com’è andata « Says:

    […] « Il DL 112 e i precari della ricerca […]

  2. Assemblee all’università: com’è andata « Says:

    […] la platea, con un’ipnotica presentazione in Power Point di oltre mezz’ora sul DL 112. Di fronte a quasi mille partecipanti, per metà docenti e per metà tecnici amministrativi, ha […]

  3. easy-prestito Says:

    l’universita’ e’ corrotta finno al midollo, parola di chi ci ha lavorato a “contratto”!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: