Archive for giugno 2008

DPEF: precari, andatevene a casa

25 giugno 2008

DPEF 2009-2011

da pagina 29:

“Ulteriori misure con un impatto finanziario nel triennio pari a circa 2,1 miliardi di cui 0,8 nel 2009 attengono al riordino del sistema di reclutamento con l’introduzione di un limite più stringente ai nuovi ingressi, alla soppressione della sanatoria per i precari prevista nelle precedenti leggi finanziarie nonché all’attuazione di un processo di razionalizzazione del personale della scuola pubblica anche attraverso la riduzione del gap del rapporto medio alunni/docente rispetto agli altri paesi”.

Annunci

ISFOL: e continuavano a presidiare

24 giugno 2008

Dopo i presidi di oggi e domani mattina organizzati da Us/Rd, domani pomeriggio e dopodomani i precari dell’Isfol saranno ancora davanti alla Camera, stavolta organizzati dalla Flc Cgil. Il pomeriggio di giovedì si sposteranno davanti al ministero del lavoro.

Presìdi:

Mercoledì 25 giugno dalle ore 15.00 alle ore 18.00
Giovedì 26 giugno dalle ore 10.00 alle ore 14.00

Davanti alla Camera dei Deputati
Via della Colonna Antonina

Per sollecitare l’approvazione degli emendamenti al “decreto ICI” relativi all’Isfol e già respinti dalle commissioni.

Giovedì 26 giugno dalle ore 15.00 alle ore 18.00

Davanti al Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali
Via Fornovo, 8

Per sollecitare la convocazione delle Organizzazioni sindacali da parte del sottosegretario Viespoli.

Di seguito il comunicato:

(more…)

Continua la mobilitazione all’Isfol

24 giugno 2008

24 e 25 giugno: i precari dell’Isfol non si arrendono e indicono altre due giornate di mobilitazione, dopo che la commissione cultura ha bocciato il ripristino del finanziamento per la loro stabilizzazione (stornato da Tremonti al finanziamento della mitica abolizione dell’ICI).

I precari dell’Isfol torneranno per due giorni davanti alla Camera dei deputati per chiedere garanzie per il proprio futuro. La manifestazione è organizzata da Usi/Rdb.

Di seguito il comunicato:

(more…)

Sciopero e assemblea Usi/RdB: com’è andata

24 giugno 2008

Venerdì 20 giugno è stata giornata di sciopero per il pubblico impiego, indetta dai sindacati di base (RdB, Cub, Cobas, Sdl), con 20 manifestazioni in tutta Italia. A Roma hanno manifestato, tra gli altri, molti lavoratori (precari e non) della ricerca (peraltro in attesa del rinnovo del contratto nazionale). I lavoratori (oltre 2.000) si sono spostati a Piazza Montecitorio, e una delegazione è stata ricevuta a Palazzo Chigi.

Di seguito il comunicato unitario:

(more…)

Presidio Rilevatori Istat: com’è andata

24 giugno 2008

Una mattinata assurda, con il direttore generale che impedisce l’accesso all’Istat da parte dei rilevatori, mentre un centinaio di lavoratori bloccava il comunicato stampa sulle forze di lavoro. Così è iniziata la giornata del 19 giugno all’Istat. Verso le 11 poi rilevatori e lavoratori in lotta si sono recati alla Funzione Pubblica per un presidio che si è protratto per varie ore. L’incontro, al quale hanno partecipato rilevatori di varie regioni, si è concluso con la promessa di un appuntamento per ricostituire il tavolo sulla situazione dei 300 “collaboratori” dell’Istat, che da 6 anni intervistano gli italiani sull’occupazione.

Foto, notizie e commenti sul forum dei rilevatori precari dell’Istat.

Di seguito una rassegna stampa della giornata:

(more…)

Dottorandi: finalmente i soldi

18 giugno 2008

Dopo lo scherzetto di Lamberto  Dini e dei suoi amici che , insieme all’opposizione dell’epoca, aveva comportato l’aumento di ca. 200 euro delle borse di dottorato, finalmente, nella giornata in cui i dottorandi organizzati dall’ADI protestavano in piazza (polemicamente traformandosi in lavavetri), arriva la promessa del decreto attuativo e quindi dovrebbero arrivare i tanto sospirati soldi: la borsa salità da 800 a 1.000 euro! Finalmente anche i dottorandi potranno rivendicare l’appartenenza alla “Generazione 1000 euro“!

–> Le foto della protesta dal sito dell’ADI.

ISTAT: i rilevatori precari scendono in piazza

18 giugno 2008

Il ministero della funzione pubblica, che preannuncia tagli, blocchi e accorpamenti, si ritroverà “assediato” nei prossimi giorni: per primi giovedì i rilevatori precari dell’Istituto di Statistica. Co.co.co. di tutta Italia cercheranno di riaprire il tavolo aperto solo pochi mesi fa col vecchio governo. Poi tocca, venerdì, ai precari organizzati da RdB.

Il presidio dei rilevatori dell’Istat sarà preceduto da un intervento nella sede centrale di via Balbo, durante la presentazione del comunicato stampa sui dati da loro prodotti: quelli su occupazione e disoccupazione.

Il presidio parte giovedì 19 alle 11.00 a Corso Vittorio Emanuele, a Roma, davanti a Palazzo Vidoni.

Di seguito il comunicato di Flc Cgil e Uil Pa-Ur:

(more…)

APAT, ICRAM, INFS: accorpamento, e i precari?

17 giugno 2008

Nel bel mezzo del problema dei rifiuti, il governo ha pensato bene di piazzare un emendamento nel decreto emergenziale che accorpa tre enti pubblici di ricerca che si occupano, a vario titolo, di protezione dell’ambiente: l’APTA, l’ICRAM e l’INFS, per costruire l’IRPA.

Un emendamento improvviso, che ha gettato, peraltro, nel panico le centinaia di precari dei tre enti. Ieri (lunedì 16 giugno) si è svolto un presidio davanti al ministero dell’ambiente. Contro il provvedimento si sono schierati tutti i principali sindacati: da Usi/Rdb alla Flc Cgil e alla Uil Pa-Ur. Il presidio si è svolto dalle 10 alle 14. I circa 200 precari presenti hanno ottenuto un incontro al ministero.

Finanziaria alle porte, precari alla porta

9 giugno 2008

Un dirigente pubblico al lavoroPrime indiscrezioni sui prossimi provvedimenti economici del governo e sulla finanziaria 2009 giungono dai tavoli ministeriali attraverso le agenzie. Quest’anno, la finanziaria potrebbe essere anticipata da più decreti, che potrebbero arrivare anche prima del Dpef. Tutto è molto provvisorio e per ora nulla è scritto in nero su bianco; però, uno dei tagli riguarda proprio i precari della pubblica amministrazione. Secondo quanto riporta l’Ansa, “stop alla stabilizzazione dei precari nella pubblica amministrazione prevista dalle leggi finanziarie del 2007 e del 2008. Si consentirebbe comunque il riconoscimento del lavoro prestato nella pubblica amministrazione per i concorsi relativi all’assunzione a tempo indeterminato“. Ma i tagli non colpiranno solo i precari. Anche i vertici dovranno darsi una mossa. Sono infatti previste sanzioni per i dirigenti della P.a. che ancora non usano il web per comunicare e premi per chi è più digitalizzato. Il governo ha subito ricevuto l’apprezzamento da parte del mondo imprenditoriale, YouTube e Gmail in testa (nella foto, un dirigente della P.A. al lavoro).

CNR: Tra ritardi e incertezze nell’attesa delle prossime mosse

3 giugno 2008

Dal nostro inviato nel CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche):

Aspettando di vedere all’opera il nuovo Governo, e in particolare il famigerato Dipartimento della Funzione Pubblica, molte incertezze e qualche speranza animano i precari del CNR. A quanto pare, terminata la prima serie di stabilizzazioni sui commi 519 e 520 della finanziaria 2007 (con le assunzioni fatte decorrere dal 14 aprile) una serie di vicende hanno contribuito a ritardare l’invio della richiesta di autorizzazione per le nuove assunzioni 2008 (come imposto dal decreto milleproroghe): il cambio di governo, il cambio al vertice dell’ente con la nomina del prof. Maiani a presidente, e l’emanazione della famigerata circolare n.5.
Difatti, l’amministrazione (che non ha mai particolarmente brillato per la rapidità di azione) ha dovuto rivedere i numeri originariamente scritti nelle tabelle pubblicate nel piano quinquennale alla luce di quanto richiamato nella circolare, onde ridurre al minimo il rischio che le autorizzazioni non vengano concesse dagli Organi Vigilanti.

(more…)