Vincenti a contratto

L’università “La Sapienza” di Roma ha riportato una importantissima sconfitta in tribunale. La causa era partita da due docenti a contratto dell’ateneo. I due, come da prassi consolidata, avevano prima svolto il corso in nero, senza nessun contratto, poi, dopo la fine del corso gli era stato presentato il contratto da firmare, ma – sorpresa – il già misero compenso era addirittura inferiore rispetto all’anno precedente.

In sostanza “La Sapienza” dava contratti di docenza su cui l’importo della retribuzione era lasciato in bianco, e il giudice del lavoro ha stabilito che un contratto così non si può fare, guarda un po’.

L’università dovrà pagare più di 10mila euro a testa ai due professori per un singolo contratto. Il rettore ha invitato quindi le singole facoltà a indicare il compenso della docenza nei prossimi bandi. Certo, 2mila docenti a contratto alla sola Sapienza di Roma per 10mila, per una decina di anni… farebbe circa 2 miliardi di euro.

Estratto del verbale del Senato Accademico del 24 luglio 2007:

Professori a contratto. Il Rettore ha comunicato che è stata notificata all’Università la sentenza che accoglie i ricorsi presentati da due professori a contratto condannando l’Università al pagamento di 11.949,00 e 12.349,00 euro. La controversia, che interessa altri professori a contratto, è nata dal fatto che per tali docenti il corrispettivo non è determinato a priori ma comunicato successivamente allo svolgimento della prestazione, in sede di stipula del contratto. La riduzione dei compensi rispetto a quanto corrisposto negli anni precedenti ha determinato il rifiuto della sottoscrizione del relativo contratto da parte dei docenti e il ricorso al Giudice del lavoro. Il Rettore ha invitato le facoltà, a risolvere tale anomalia indicando nei bandi gli elementi fondamentali del contratto nonché il compenso spettante così come previsto dal vigente Regolamento sul conferimento delle attività didattiche.

Annunci

3 Risposte to “Vincenti a contratto”

  1. Rete Nazionale Ricercatori Precari Says:

    UniRoma: Precari e pure fuorilegge.

    A quanto pare non sono leggi molto poco rigorose, o le tutele ormai allentate, a causare la precarietà ci si mette anche l’illegalità.
    In effetti ce ne eravamo accorti da tempo: oltre al lavoro sottopagato e atipico, c’era anche il tipico…

  2. Joseph Says:

    Sono anch’io un professore a contratto. Sarebbe possibile avviare una procedura che risarcisca tutti i professori a contratto che in questi anni hanno supportato la didattica?

  3. precariodellaricerca Says:

    Se verremo a sapere di iniziative collettive in questo senso, senza dubbio cercheremo di riportare la cosa su questo blog.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: