Alla face della privacy

L’università di Oxford è andata a spulciarsi le pagine private di facebook, sito di scambio di informazioni e foto tra invitati. In particolare si è concentrata sulle pagine degli studenti universitari, impegnati – come da tradizione – a fine anno accademico a festeggiare, lanciare gavettoni e tutto quanto uno studente di Oxoford che si rispetti fa per festeggiare l’arrivo dell’estate.

Più di uno studente è stato così multato per “comportamento disordinato”, in base a messaggi o foto lasciati su facebook. Ora gli studenti troveranno uno strumento meno “web2.0” per organizzare le loro goliardate, ma intanto la privacy delle persone ha subito un ennesimo oltraggio, in Inghilterra.

Link:

| Punto Informatico | Panorama blog | Times on line |

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: