Memo random

La ricerca pubblica è un bene essenziale per il paese.

Dall’università può partire l’inversione di rotta dell’economia.

Il declino si combatte investendo in ricerca e sviluppo.

Il precariato nella ricerca è un male che va assolutamente curato.

Aggiungete pure altre frasi di questo genere, mischiatele, prendetene un paio a caso (random) e otterrete, a scelta, un discorso di un politico italiano qualsiasi, oppure un memorandum, o meglio un memo-random: ovvero un elenco di frasi fatte e buone intenzioni. Dopo il memorandum firmato da governo e Cgil, Cisl e Uil a inizio aprile sul pubblico impiego (che, per lo meno, conteneva un “impegno” a riassorbire tutti i precari entro la fine della legislatura) è stato firmato un nuovo memorandum specifico sulla “conoscenza”. Sono 10 pagine sulla scuola più 8 sull’università, la ricerca e l’alta formazione musicale. Noi non l’abbiamo letto. E’ a prova di sonno. Non bastano 15 caffè per riuscire a leggerlo tutto. Però gli abbiamo dato una scorsa. Basta una lettura rapida per accorgersi che non contiene lo straccio di un impegno. Però abbiamo scelto a caso le seguenti frasi, per darvi un’idea:


“Il miglioramento delle funzioni pubbliche può avvenire […] solo se si investe nella qualità dei servizi creando cioè le condizioni per renderli misurabili e verificabili”.

“Occorre […] investire in conoscenza e rimettere il sapere al centro della politica, dell’economia e della società”.

“La società della conoscenza è il presupposto per lo sviluppo dell’economia contemporanea in cui la conoscenza è sinonimo di valore aggiunto e di valorizzazione del patrimonio comune”.

Un impegno: “garantire l’efficienza delle pubbliche amministrazioni anche grazie all’adozione di azioni specifiche volte a favorirne l’innovazione e
migliorarne la produttività in correlazione con le esigenze del sistema produttivo”.

“Occorre investire in qualità e innovazione. In tale ottica è prioritaria l’esigenza di misurare e verificare la qualità dei servizi erogati”.

“occorre assicurare strumenti effettivi riguardo alle conoscenze e alle competenze prevedendo azioni normative, amministrative e contrattuali, coerenti ed omogenee sulla base di indirizzi e criteri di carattere generale e individuando gli obiettivi da raggiungere”.

“Per migliorare la qualità dell’offerta universitaria è necessario garantire un costante flusso di giovani qualificati nelle università e superare la logica della precarietà”.

“Il punto di partenza per avviare una strategia di riforma del sistema della ricerca è quello di dar vita ad un processo volto a promuovere, sostenere, rilanciare e razionalizzare le attività nel settore della ricerca e a garantire autonomia, trasparenza ed efficienza nella gestione degli enti di ricerca, per
i quali è comunque indispensabile una visione di inquadramento unitario anche nella logica delle relazioni che prevedono l’unitarietà del sistema
degli enti della ricerca”.

Ma non potevano scrivere semplicemente: “Dovremmo investire di più in scuola, università, ricerca ed alta formazione musicale, per ovvi motivi. Se e quando avremo dei soldi ve lo faremo sapere”?
Link:

Scarica il memorandum: dal sito della Flc Cgil o dal sito della Uil-PA U.R. o dal sito della Rdb Università

Comunicati sul memorandum: Rdb Università, Flc Cgil

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: