Precari: il voto che manca

Tra qualche mese si svolgeranno le elezioni per il rinnovo delle RSU (Rappresentanze sindacali unitarie) negli enti di ricerca e nelle università. Dopo la lettera di RdB/CUB, che ha chiesto diritto di voto (attivo e passivo) anche per i precari, è arrivato un richiamo in tal senso anche da parte della Cgil:

per quanto riguarda la CGIL la priorità politica di questa stagione contrattuale, al netto della conclusione del rinnovo dei ccnl, è la modifica del regolamento Elettorale delle RSU con la previsione che i “precari” possano fruire del diritto all’elettorato attivo e passivo.

Annunci

Una Risposta to “Precari: il voto che manca”

  1. 19 luglio: Presidio dei senza voto « Says:

    […] delle RSU (Rappresentanze sindacali unitarie) che si terrà nel prossimo autunno continua. L’apartheid per cui chi non ha un contratto a tempo indeterminato non può né votare né essere votato è […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: