Tavoli e proroghe

All’Apat e all’Enea sono stati aperti in questi giorni tavoli interni sul precariato. Ce ne informano i comunicati sindacali di Usi/Rdb della ricerca, che riportiamo di seguito.

In sostanza dovrebbero essere rinnovati e prorogati tutti i contratti, come prevede la direttiva del 30 aprile. E’ già qualcosa.

APERTO IN APAT IL TAVOLO NEGOZIALE SUL PRECARIATO

Si è aperta ieri la trattativa in APAT sul precariato cui hanno preso parte numerosi precari entrati in delegazione con USI RdB Ricerca.

Il Direttore Capasso ha subito manifestato l’impegno che l’Amministrazione intende assumere per la risoluzione più ampia del precariato APAT, oltreché la sua personale disponibilità al confronto con le OO.SS. per l’avvio del piano di stabilizzazione.

I temi sui quali abbiamo ribadito la nostra posizione sono stati i seguenti

APPLICAZIONE del COMMA 521

RIDISTRIBUZIONE dei POSTI CHE RIMARRANNO DISPONIBILI DOPO ASSUNZIONE dei PRIMI 125 TD

IMMEDIATO RIUTILIZZO delle RISORSE LIBERATE con le ASSUNZIONI del DPCM per la CONVERSIONE dei COCOCO in TD

DIRETTIVA della FP e RIORDINO delle PIANTE ORGANICHE

L’applicazione del comma 521, ci trova decisi sul fatto che NON necessita di graduatoria: saranno assunti subito i lavoratori che hanno già maturato i 3 anni a TD richiesti dal comma 519, requisito ribadito nella Direttiva. Dall’ultima ricognizione del personale effettuata risultano infatti, immediatamente assumibili, 125 TD

Assumendo subito questi 125 TD, resteranno disponibili 60 posti: concordiamo con l’Amministrazione sul fatto che andranno ridistribuiti nei vari livelli. Per accedere al TI occorre predisporre una graduatoria ai sensi del 519, che deve essere fatta seguendo l’unico criterio veramente oggettivo, fermi restando i 3 anni a TD e la selezione concorsuale: l’anzianità di servizio globale (maturata in APAT con ogni formula contrattuale). Come O.S. siamo d’accordo a dare punteggio anche ad attività svolte in altri Enti ed Università e alle idoneità ai concorsi.

Le risorse economiche che si renderanno disponibili con l’assunzione dei primi 125 TD vanno immediatamente reinvestite per i co.co.co. che sempre in base all’anzianità maturata in APAT saranno convertiti in TD. Se la conversione potrà avvenire dopo selezioni blindate che tutelino i co.co.co. interni siamo d’accordo con l’applicazione del comma 529 (quello dei concorsi a TD con la riserva del 60%), in caso contrario dovranno essere preferite le “chiamate dirette”.

In attesa della conversione a TD di questi lavoratori abbiamo ribadito la necessità di incrementarne la retribuzione.

Infine, abbiamo richiesto che lo strumento offerto dalla Direttiva di riordino delle piante organiche venga utilizzato anche per consentire l’adeguato inquadramento del personale ex DSTN e proveniente da altre amministrazioni in linea con quanto la nostra O.S. da tempo sta già chiedendo.

Restiamo, dunque, in attesa delle proposte che l’Amministrazione congedandosi si è impegnata a riportarci in una prossima convocazione (non appena la Direttiva sarà licenziata) ma ribadiamo ancora una volta che chiameremo nuovamente alla mobilitazione tutto il personale APAT perché non intendiamo rinviare ulteriormente l’applicazione delle norme già emanate

USI RdB – Ricerca

U.S.I./RdB ­ RICERCA
Sezione ENEA
Sindacato di Base dei Lavoratori della Ricerca
Comunicato sul tavolo tecnico ENEA­OOSS del 15 maggio 2007

Ieri si è svolto il tavolo tecnico sulla stabilizzazione del precariato tra l’USI/RdB Ricerca e l’ENEA. Oltre il processo di
stabilizzazione per i precari in possesso dei requisiti del comma 519 della Finanziaria si è discusso per individuare un
percorso di conversione a TD e/o proroga e/o rinnovo di tutti gli altri precari.
Lavoratori con i requisiti previsti dal comma 519 della Finanziaria
L’Enea ha provveduto a 40 rinnovi dei contratti TD scaduti ed una trentina di proroghe per TD in scadenza a breve.
Ulteriori proroghe sono previste per i contratti TD che scadono ad ottobre/novembre. Sia i rinnovi che le proroghe sono
fino al 31­12­2009.
La trasformazione da TD a TI avverrà nell’ambito dello stesso contratto, senza pertanto stipularne uno nuovo.
A causa del contratto ENEA 2002­2005 avvenuto al di fuori del contratto EPR, per i laureati il livello e profilo di
assunzione rimangono l’8 e ricercatore in addestramento e quindi sottoinquadrati. Su nostra richiesta rispetto a questo
problema, l’ENEA ha risposto che il profilo ed il livello saranno trattati nell’ambito della contrattazione integrativa per
arrivare ad una “norma di ricostruzione interna” che permetterà il passaggio dall’8 al 9 livello.
I lavoratori dipendenti TD interessati al percorso di stabilizzazione previsto dal comma 519 sono, in totale 146 divisi in
tre gruppi: gruppo A=97 (Personale in servizio all’1­1­07 a TD da almeno 3 anni anche non continuativi), gruppo B=27
(Personale in servizio all’1­1­07 a TD ma che conseguirà il requisito in virtù dei contratti stipulati anteriormente alla
data 29­9­06), gruppo C=22 (Personale non in servizio all’1­1­07 a TD ma che sia stato in servizio per almeno 3 anni
anche non continuativi nel quinquennio 2002­2006 e che ne faccia istanza). Dei 146 soltanto 9 non hanno superato una
prova concorsuale e si prevede un “giudizio di idoneità interno”.
L’Enea tramite circolare interna e avviso pubblico, per portare a conoscenza anche il personale non più presente in
ENEA (gruppo C) diffonderà le modalità ed il format per inviare le domande. Importante sottolineare che a seguito di
uno scambio di vedute, nel format verranno richieste TUTTE le informazioni utili per la ricostruzione dell’anzianità.
Negli incontri seguenti si discuteranno i criteri di priorità per la stabilizzazione. L’anzianità di servizio rimane il criterio
principale dove per USI­RdB è quella totale (incluse tutte le altre forme di lavoro anche non subordinato) mentre per
l’ENEA è quella svolta solo con contratti subordinati.
Assegni di ricerca
Per questi lavoratori, è previsto un percorso di stabilizzazione in virtù del comma 529. Verranno convertiti in TD gli
assegni di ricerca con almeno 1 anno al 29­9­2006 (come regolato dal comma stesso). L’ENEA bandirà un concorso a
TD dove il 60 % dei posti è riservato agli Assegni di Ricerca. E’ stato sollevato il problema imminente delle prime
scadenze al 2 giugno.
Qualora non ci fosse disponibilità di fondi o non si potesse prorogare ulteriormente per aver già sommato 8 anni
complessivi o 4 con il dottorato, l’Enea dovrebbe provvedere “per numeri limitati” ad un rinnovo tramite chiamata
diretta individuando anche le risorse.
A tal fine USI­RdB Ricerca Enea si è impegnato ad inviare al Direttore Generale una richiesta in tal senso invitando
tutte le OO.SS a fare pressione per evitare che precari con assegno rimangano senza contratto.
Dipendenti terzi e personale con contratto scaduto
L’ENEA non riconosce i dipendenti terzi che svolgono attività in Enea ed il personale che ha operato in Enea ma è con
contratto scaduto, che per USI­RdB sono lavoratori precari a tutti gli effetti. Tuttavia per valorizzare l’esperienza
acquisita è stato lasciato un margine di trattativa per trovare delle soluzioni, come l’inserimento dei profili specifici di
questi lavoratori nel concorso a td, tappa necessaria nel processo verso la stabilizzazione. Nei prossimi incontri che si
terranno a breve si individueranno soluzioni idonee alla realizzazione di percorsi di stabilizzazione.
Ovviamente è indispensabile la partecipazione attiva di tutti i precari
16 maggio 2007
USI­RdB Ricerca ENEA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: