Un anno di Prodi: 11 maggio mobilitazione a Roma

Alcuni gruppi di precari sparsi nelle università e negli enti di ricerca italiani hanno deciso che è il momento: è passato un anno dall’installazione di un nuovo governo. La situazione per i precari e per la ricerca italiana è sempre la stessa: ricattabilità, finanziamenti in riduzione, parole, parole, parole.

Per questo l’11 maggio 2007 si troveranno in tanti davanti al Ministero dell’economia a Roma per una mobilitazione nazionale.

Leggi il comunicato:


11 maggio, Roma – mobilitazione nazionale

UN ANNO DI PRODI: ABBIAMO ASPETTATO ABBASTANZA

Il governo Prodi compie un anno. Dopo una campagna elettorale in cui si è fatto largo uso di parole come “precarietà”, “università” e “ricerca”, dobbiamo fare un bilancio onesto. L’Università e la Ricerca sono state penalizzate dall’ultima Finanziaria, che insieme al DL Bersani ha ulteriormente tagliato i già magri finanziamenti.

Sul tema della precarietà, il bilancio è altrettanto deludente. I provvedimenti “straordinari” di stabilizzazione dei precari sono così limitati da essere impercettibili, visto che per i ministri Prodi, Padoa-Schioppa, Mussi e Nicolais la ricerca e l’università non meritano maggiori investimenti. La legge Moratti, che ha precarizzato la ricerca universitaria, è sempre lì e non si discute, e le prospettive future non sembrano migliori.
Tuttavia, i mezzi di informazione e alcuni partiti “amici” del governo considerano le questioni in via di soluzione. Solo chi lavora negli Enti di Ricerca e nell’Università, e i precari sono oltre 60mila, sa che non è così: sa che la necessità di un maggior investimento e del miglioramento delle condizioni di lavoro è sempre attuale. Sa che non servono solo provvedimenti “straordinari” ma investimenti seri, duraturi e trasparenti per dare stabilità non solo ai precari, ma all’intero settore. Ne ha bisogno tutto il Paese, e solo noi possiamo dirlo con la credibilità di chi tiene in piedi gli Enti di Ricerca e gli atenei tutti i giorni.
Per ottenere dal Governo
– assunzioni subito e negli anni a venire sufficienti a rilanciare l’istruzione, l’università e la ricerca,

– un netto aumento dei finanziamenti pubblici nel settore per riavvicinare l’Italia agli altri Paesi europei, da cui questo governo la sta allontanando,
– regole trasparenti che garantiscano autonomia a chi lavora nella ricerca e nell’università e spezzino il potere delle clientele che sperperano i fondi pubblici e frenano lo sviluppo,
convochiamo una manifestazione nazionale a Roma l’11 maggio, davanti al Ministero dell’Economia, e invitiamo tutti i sindacati, i partiti e le
associazioni del settore ad aderire e a contribuire alla riuscita dell’iniziativa.
Precari CNR-Tor Vergata, precari dell’Inaf-Tor Vergata, Assemblea Precari ICRAM, Coordinamento Precari ISTAT, CTRL-Shift (Bologna),
preCat, Rete Nazionale dei Ricercatori Precari delle Università di Bologna, Ferrara, Napoli, Pisa, Roma, Torino.

Annunci

Una Risposta to “Un anno di Prodi: 11 maggio mobilitazione a Roma”

  1. Il tesoretto francese « Says:

    […] se – chiunque vincerà – tra un anno anche i precari francesi saranno costretti a manifestare sotto il ministero […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: