Mussi nomina tutti

Chi ci valuterà? Come ci valuterà? Chi sceglie e valuta i valutatori?

Queste domande circolano nel mondo universitario e della ricerca, da quando il ministro Mussi ha deciso di cambiare il nome all’agenzia di valutazione, qualche mese fa.

La risposta alla prima domanda è pronta: i valutatori sono valutati da un esperto: Mussi stesso. Lo ha deciso Mussi.

Di seguito potete leggere il comunicato dell’ANDU sulla questione:

ANDU – Associazione Nazionale Docenti Universitari

LA ‘RIVOLUZIONE’ DI MUSSI

L’ANVUR, l’Agenzia ‘indipendente’ per la valutazione, sta rivelandosi un flop, altro che “grande rivoluzione”, come invece spera il ministro Fabio Mussi nell’intervista a Europa del 15 febbraio 2007 (nota 1).

Un’Agenzia con troppi compiti, con tempi di lavoro troppo stretti e troppo poco indipendente, come rileva Alessandro Ferrara nel suo intervento sullo stesso quotidiano (nota 2).

Quando l’ANDU, nell’incontro dell’8 febbraio 2007, ha osservato come la nomina da parte del Ministro di tutti i componenti dell’Agenzia, non ne faceva un “organo terzo”, indipendente sia dall’Universita’ e dagli Enti di ricerca, sia dal Governo, ma lo rendeva un organo di consulenza dello stesso Ministro, Mussi ha risposto che questa soluzione era preferibile a quella di una scelta da parte del Parlamento, dove certamente sarebbe prevalsa la logica della spartizione politica (“manuale Cencelli”), come quella che – ha aggiunto – e’ stata alla base della designazione dei componenti del Consiglio di amministrazione della RAI.
La convinzione di avocare a se’ la nomina di tutti i componenti dell’Agenzia deve essere maturata in Mussi solo di recente se appena il 17 gennaio scorso il sottosegretario Luciano Modica aveva dichiarato che “un membro sara’ NOMINATO dal Presidente della Repubblica, altri due non italiani, DESIGNATI da enti internazionali” (nota 3).

Le Organizzazioni unitarie dell’Universita’ l’avevano detto che era assolutamente da evitare che l’Agenzia nascesse con un colpo di mano, come e’ stato quello di imporne l’istituzione col blindatissimo Decreto Legge (Decreto fiscale) di accompagnamento alla Finanziaria, e, per giunta, con una delega praticamente in bianco. Invece il ministro Mussi ha voluto ad ogni costo fare la sua ‘rivoluzione’.

Invitiamo il Ministro a compiere finalmente un atto veramente rivoluzionario: si fermi! Si fermi per documentarsi adeguatamente, si fermi per confrontarsi veramente con le componenti e le rappresentanze dell’Universita’, si fermi per riflettere a fondo.

15 febbraio 2007

= Nota 1. V. l’intervista al ministro Fabio Mussi “Universita’, si cambia:
piu’ fondi ai migliori”, su Europa del 15.2.07:
http://rassegnastampa.unipi.it/rassegna/archivio/2007/02/15SIB4011.PDF
= Nota 2. Per l’intervento di Alessandro Ferrara “Si’ all’Agenzia ma cosi’
e’ troppo ministeriale”, su Europa del 15.2.07:
http://rassegnastampa.unipi.it/rassegna/archivio/2007/02/15SIB4013.PDF
= Nota 3. V. l’intervista al sottosegretario Luciano Modica “Indipendenti e
imparziali”, sul Sole 24-ore del 17.1.07:
http://rassegnastampa.unipi.it/rassegna/archivio/2007/01/17MI23095.PDF

Advertisements

2 Risposte to “Mussi nomina tutti”

  1. Webmaster Says:

    Vi invitiamo a visitare anche il nostro blog che è fautore di un’interpellanza urgente al governo per quanto concerne i precari della pubblica amministrazione e i vincitori di concorso pubblico MALTRATTATI dalla FINANZIARIA 2007! Saluti colleghi.

  2. Webmaster Says:

    http://vincitoriconcorsi.blogspot.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: