I conti dormienti

eccone uno Italo Calvino, qualche decennio fa, creò una trilogia della nobiltà, scrivendo tre celebri romanzi: “Il visconte dimezzato”, “Il cavaliere inesistente” e “Il barone rampante”.

Pensava di aver chiuso la trilogia.

Non era così. E’ di questi giorni infatti la notizia. Il governo ha trovato una nuova forma di nobiltà: i conti dormienti. Tipo il conte Vlad, noto alle cronache come Dracula, che dorme tutto il giorno per non essere accecato dalla luce. Secondo il governo questi conti dormienti – invece di succhiare il sangue a giovani ragazze vergini – dovrebbero salvare i precari del pubblico impiego, stabilizzandoli.

Ma secondo qualcuno non bastano nemmeno i conti dormienti, per salvare i precari.

Sarà finalmente giunto il momento dei politici pensanti?

Annunci

Una Risposta to “I conti dormienti”

  1. Si risvegliano i conti « Says:

    […] risvegliano i conti Dopo la finanziaria nessuno aveva più parlato dei misteriosi conti dormienti. Conti correnti bancari non più usati da anni, che lo stato avrebbe destinato, almeno in parte, […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: